sabato 25 aprile 2015

Che tipo di mamma sarò?

È passato un mese da quando sto ferma a letto, e abbiamo ormai scavalcato la 33esima settimana. Direi che è un bel traguardo, mercoledì prossimo se tutto va bene raggiungeremo il giro di boa della 34, e giovedì altro controllo dal Super-gine. E poi, guardando ancora più avanti, con la 35esima si finisce l'ottavo mese e si entra nel nono!!!!!
Ho bisogno di darmi degli obiettivi, mi riempiono l'attesa.
A volte è veramente difficile far passare il tempo, mantenermi serena ed avere pazienza.
Allo stesso tempo dentro di me so che questo periodo mi mancherà, che me lo ricorderò con dolcezza e anche con nostalgia. Perché e' l' ultimo periodo di noi soli, di me sola, perché e un periodo di grande spazio per riflettere e di tempo dilatato e abbondante.
E dopo cambierà tutto, sarà meravigliosamente e paurosamente diverso.
Tra le cose su cui mi trovo a riflettere in questo periodo ci sono i comportamenti che seguiremo dopo la nascita di Cesare: mi sono fatta un'idea su come vorrei gestire alcune cose, ma chissà se DOPO riusciremo  a essere coerenti oppure se " l' impatto" sarà così sconvolgente da ribaltare tutte le ipotesi e tutti i programmi....
Ad esempio l' allattamento: leggendo vari libri e parlando con diverse mamme mi sono fatta l'idea che cercherò in tutti i modi di allattare Cesare al seno, perché so che è la cosa migliore per lui... ma con Carl abbiamo anche detto che se questo risulterà troppo problematico o doloroso, o non dovessi avere abbastanza latte non ci sentiremo in colpa a dargli anche l' aggiunta di latte artificiale, se questo servirà a far stare più sereno lui e noi....insomma, non credo che sarò una mamma fanatica della tetta a tutti i costi, anche se ovviamente sarebbe bellissimo poterlo allattare io il più a lungo possibile.
 Stessa cosa per la frequenza delle poppate...anche se so che i primi giorni e' importante allattare il più possibile per stimolare la produzione di latte, dopo un po' vorrei cercare di stabilire una routine e un minimo di regola, e quindi non vorrei fare allattamento a richiesta. Vedremo cosa ne penserà Cesare...
Altro "dilemma": cosleeping o ognuno nel suo letto? Sia io che Carl vorremmo provare a far dormire Cesare nel suo lettino ( all' inizio nel riduttore ) anche perché si trova solo a pochi centimetri dal nostro letto, ed è li che dovrà dormire i primi anni, finché non sarà abbastanza grande da poter stare nella sua cameretta nella mansarda. È vero anche che sia io che Carl siamo cresciuti nel lettone dei nostri genitori,  e sia i miei che i suoceri dichiarano che non c'è niente di più bello e naturale che far dormire i bambini insieme ai grandi...quindi chissà,  forse anche questo proposito verrà modificato strada facendo...
Poi mi sono interrogata sull'argomento pannolini lavabili...in teoria mi sembrano una buonissima idea dal punto di vista ecologico e anche per la salute del bambino...ma poi cercando di farmi una cultura sui diversi modelli e sul loro utilizzo mi sono spaventata, perché oggettivamente richiedono una grande organizzazione e una forte convinzione, che forse io non ho (Carl non ne ha voluto proprio sentir parlare) .
In particolare mi spaventano gli aspetti più pratici della questione: a ogni cambio dove mettere tutti quei pannolini sporchi? Andrebbero messi subito ammollo, per non far seccare le macchie..e nel nostro bagno minuscolo non la vedo una cosa fattibile e comoda. Senza contare il grosso investimento economico iniziale per comprare almeno un set di pannolini. Infine c'è il fatto che Cesare a circa otto mesi andrà all' asilo...e so che negli asili nido ( a parte rare eccezioni) non vogliono avere niente a che fare con i pannolini lavabili, che per loro sono un impegno in più e una scocciatura. Per tutti questi motivi per il momento la questione è chiusa, anche se magari tra qualche mese potrei sempre ripensarci.
Una cosa su cui invece non voglio farmi scoraggiare è l' uso della fascia: conosco diverse mamme che l' hanno utilizzata con grande soddisfazione e secondo me è un modo bellissimo e pratico per portare i bambini, oltre al fatto che rispetto al marsupio nella fascia possono stare fin da piccolissimi in una posizione giusta per loro.
Avevo contattato una consulente della "scuola del portare" per farmi spiegare come si annoda la fascia lunga, e eravamo d' accordo di fare qualche lezione quando sarei andata in maternità...ma ovviamente è saltato tutto quindi ho deciso di ripiegare su un modello più facile, e cioè la fascia ad anelli (detta anche ringsling) che mi sembra la più adatta per iniziare e che ho comprato su internet.
Una volta arrivata la mia bellissima fascia ho trovato dei video che spiegano come fare, e io e Carl ci siamo ripromessi di fare un po' di prove con un peluche ( lo so che non è proprio la stessa cosa di un neonato, ma dovremo pur iniziare da qualche parte!!).
Già mi immagino noi due con Trovatello che ce ne andiamo a spasso felici portando Cesare nella fascia!!!
Queste sono solo alcune idee che mi sono fatta su " che tipo di mamma sarò" ma so già che ogni giorno sarà una scoperta e una sfida...spero solo di riuscire ad essere almeno un po' fiduciosa in me stessa e a non buttarmi giù se all'inizio combinerò dei disastri...
E poi forse che mamma sarò dipenderà anche da che bambino sarà Cesare. ..speriamo che ci aiuti ad imparare presto a conoscerlo e ad agire nel modo migliore per lui. ..

25 commenti:

  1. Credo sia normale farsi domande...e anche avere degli obiettivi, o delle aspettative, insomma.
    poi magari la realtà incasina un po' tutto, ma magari no :).
    Io per esempio ci tenevo un sacco, ma un sacco, all'allattamento esclusivo al seno...ma poi con tutti i casini vari ho dovuto ripiegare sull'allattamento misto (anche se è più tetta che altro) e anche se mezzo mondo cerca di farmi sentire Satana perchè mio figlio beve anche un po' di latte artificiale, ora sto superando la mia difficoltà (non certo grazie a sta gente che mi rompe le palle) e sto tranquillizzandomi: lui cresce benissimo, sta bene, fa un sacco di cacca, vuole sempre e comunque la tetta e non ha problemi.
    QUindi...vai come ti senti: allatti e stai bene? Allatta. Vedi che il latte non parte, o per altri motivi tuoi (e sono tutti rispettabili!) passi al latte in polvere? Vai di latte in polvere.
    Sull'allattare a richiesta o meno...penso che questo lo valuterai sul momento, magari parlandone con una brava ostetrica che ti può dare dei suggerimenti, ma anche molto vivendotela con Cesare, come state meglio voi due.
    E così via per tutto quanto...sull'argomento sonno non mi posso pronunciare, è una scelta credo ancora più incasinata di quella dell'allattare o meno e quando e come, almeno per me. Anche su questa faccenda credo che troverai la tua strada (provvisoria) una volta che sarete a casa insieme...a seconda di come tu sarai più serena (mi spiace per Carl, ma qui la sua opinione conterà poco, visto che il pargolo di notte sarà soprattutto affare tuo , ma pure di giorno....se di notte tu per riposare lo vuoi vicino lo terrai vicino, se sarai più tranquilla con il lettino, allora proverai col lettino....ma qui è la mamma che valuta, visto che se lo "smazza" lei :-) )
    E così via.
    I pannolini lavabili solleticano anche me, ma ho i tuoi stessi problemi di bagno microscopico (manco la vasca, ho) e poi cambiandolo spessissimo la vedo incasinata. ho deciso che rimando almeno almeno all'estate avanzata, per vedere se intanto prendo un po' di ritmi almeno nelle altre cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, immagino che ogni cosa si definirà quando avremo trovato il nostro equilibrio,e che ci vorrà un po'...per i pannolini lavabili forse con l'estate potrebbe essere più facile, di sicuro si asciugano prima...poi se ci provi fammi sapere!!! :)

      Elimina
  2. Ellie io sto facendo i tuoi stessi ragionamenti :), ma per ora non ho certezze. Sono dell'idea che imparerò giorno per giorno. Per l'allattamento la penso come te, non sono un'estremista della tetta, però ci voglio provare e sto pensando anche di valutare dei corsi sull'allattamento dopo la nascita di Aurora nel caso avessi problemi ad attaccarla. Non voglio fissarmi ma non voglio nemmeno cedere alla prima difficoltà. Per la nanna metterò il lettino come te vicino al nostro e poi valuteremo cosa è meglio a seconda del carattere di Aurora. Per i pannolini ci vogliamo provare. Abbiamo preso un po' di pannolini da ragazze private spendendo poco e inizieremo a vedere come va (60 euro per una quindicina di pannolini). Per il "dove mettere i pannolini usati" normalmente di mettono in una sacca apposita, per le macchie di cacca non c'è problema perchè si usano dei velini usa e getta. Comunque non faremo sicuramente un uso esclusivo, tipo all'asilo nada, ma almeno quando siamo a casa io e lei proverò ad usare quelli. Per la fascia io sto valutando una rigida, che va bene anche più avanti, non solo nei primi mesi come ad esempio le elastiche. Sono ispirata dalle little frog, non troppo care ma di buona qualità dicono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da noi c'è la possibilità di chiedere aiuto al consultorio se si hanno problemi con l' allattamento, ma ho l'impressione che siano un po' "fissate" e non vorrei sentirmi fare la predica in un momento così delicato...vedremo! Per i pannolini fammi sapere poi come ti trovi, è una cosa che comunque mi incuriosisce! La fascia che ho preso io è di tessuto rigido, non elastica, quindi dovrebbe andare bene anche più avanti...però ha gli anelli, quindi non va legata con un nodo, ma solo regolata..questa little frog non la conosco, vado subito a informarmi! :)

      Elimina
  3. Ti posso aiutare poco...io ho dovuto cominciare subito con l'allattamento misto perché col mio non si saziava...Avoglia a insistere con la tetta...Pannolini non mi è nemmeno passato per l'anticamera del cervello usare quelli lavabili...Anche perché rientrando a lavoro dopo un mese e mezzo non potevo obbligare mia mamma a fare anche quello!
    Per il dormire...finora abbiamo fatto un misto finchè dorme nel suo lettino in camerina bene quando si sveglia a seconda dell'ora lo porto nel lettone...E' una settimana che dorme 9 ore filate nel suo lettino...Io vado molto a tentativi e a periodi...e a quello che sento...Se penso che abbia bisogno di piu' contatto perché sono stata un po' piu' a lavoro o sono un po' tesa/distratta e si sveglia all'1 lo metto con me nel lettone e amen!
    Per la fascia idem col cesareo dovevo cercare di evitare pesi quindi ovetto e carrozzina! Pero' sembra comoda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, tu mi dimostri che le cose poi si concretizzano in modi diversi da quelli che ci eravamo immaginate...ma non per questo meno buoni, dato che il tuo cucciolo mi sembra che sia proprio un bambino sereno, che cresce benissimo e tu stai facendo un bellissimo lavoro con lui!!!! :)

      Elimina
  4. Io ti ripeto semplicemente quello che ti ho già detto quando ci siamo viste....pensa ad una cosa per volta, e il resto verrà piano piano ...sarà Cesare a guidarti in tante cose, e sarà anche il tuo istinto di mamma che nasce con lui....l'unica cosa davvero importante è non ascoltare la gente intorno, perchè tanto tutte le altre hanno figli perfetti che già a sei mesi vanno all'università da soli.....e se non allatti sei una disgraziata incapace che provocherà malattie rarissime al bambino per non avergli trasmesso anticorpi, e se dorme nel lettone verrà su un povero uomo complessato e mammone....e se lo metti nella fascia sembri una zingara...e se lo mandi al nido a otto mesi chissà che dramma per quella povera creatura....fregatene...impara questo da subito....fregatene di tutto e scegli insieme a Carl quello che ritieni più giusto..è tuo figlio....non quello di tutte le altre...ora pensa a stare riposata e rilassati....al parto penserai al parto...al momento dell'allattamento vedrai se basta o meno...al momento della nanna capirai e scoprirai cosa è meglio....non farti condizionare da nulla....e sarai una mamma bravissima....
    A un anno circa ho ustionato S. con la pastina e ti giuro che piuttosto mi sarei impiccata che vederla patire e urlare come una disperata....a otto mesi mi è caduta dal letto un paio di volte...è andata al nido che nemmeno camminava...e lei dorme con me da sempre per farmi compagnia dato che sono sola....tu l'hai vista e un po' conosciuta....rifletti su questo e arriva alle conclusioni....un bacio grande.Sei bravissima già ora. Forte e bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Grazie Chiara!!!!! Mi hai fatto ridere e riflettere allo stesso tempo...hai ragione, non c'è qualcosa di giusto o sbagliato a priori e uguale per tutti, ma ogni famiglia è a se', e ogni bambino è diverso....la cosa difficile sarà riuscire a seguire il tuo consiglio, cioè non sentirmi ferita/infastidita/giudicata dalle parole altrui...dato che mi conosco, e sono un po' una spugna che assorbe tutto....ma mi ci voglio impegnare!!!!e la tua meravigliosa bambina già quasi ragazza dimostra che tu ci sei riuscita benissimo!!!!!! Dalle un bacione da parte mia...e un bacione e un grande abbraccio anche a te!!!!!

      Elimina
  5. Sai cosa penso sempre? Se un giorno sarò mamma ascolterò le nonne, di cui mi fido, il pediatra, e poi però decideremo io il mio marito ma soprattutto il pupo.
    Ho esperienza di coppie che "non ascolto nessuno faccio come dico io" e poi si trovano a non capirci nulla e a chiedere anzi pretendere egoisticamente sostegno. Penso che - dove possibile naturalmente - sia bello utile giusto mantenere la dimensione "familiare", "comunitaria" dell'essere genitori. E importante imparare a distinguere fra i consigli dati con il cuore e i giudizi dati a casaccio senza nessuna utilità che vanno mandati bellamente a quel paese.
    Non so se mi sono spiegata...ma è vero che tu sei bravissima già adesso!!!
    Un bacino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, ci sono persone dalle quali accetto ogni commento o consiglio, perché li sanno dare nel modo giusto..uno di questi è mio padre...invece da altre persone prendo solo il negativo, anche se magari sono in buona fede, mi sembra sempre di leggerci dentro una critica o un giudizio...( tipo mia suocera...) ma imparerò anche questo!!! Un bacio grande e grazie per l' incoraggiamento!!!!

      Elimina
    2. Pienamente d'accordo con te Bugbu....infatti quando ho parlato di non ascoltare nessuno intendevo le persone esterne alla famiglia, quelle che incroci per caso ai giardini magari mentre sei lì bella tranquilla con il biberon di latte, il tuo bambino che mangia contento e ti arriva la tipa che manco conosci che ti guarda inorridita "ma come!?!?! ...non lo allatti!!!???"...o quelle che trovi a fare la spesa, o idem quelle in farmacia che ti guardano con pietà perchè compri il latte artificiale...invece le nonne e in generale le persone di famiglia sono preziosissime, (tranne quando te devi allattarla e il nonno se la culla beato e la fa dormire...e si becca anche la bavetta sul completo elegante per l'ufficio e nemmeno se la toglie perchè troppo orgoglioso...e tu lo strozzeresti....ahahahahah....) e i loro consigli mai dati con un secondo fine...
      Io mi sono trovata benissimo con l'Aptamil....ma la scelta del latte artificiale dipende da molti fattori....però mi unisco al suggerimento di GiorgiaLand...mettiti un biberon e un po' di latte in polvere in casa....se poi non lo usi mai meglio così....ma se ti trovi di notte lui piange e ha fame che fai!?!?!....

      Elimina
    3. Tutto giusto e saggio!!!! Che bello che ho anche tutte voi a cui chiedere consigli!!!!!! :)

      Elimina
  6. IO che ancora sono all'inizio inizio comincio già a pensare a tutte queste cose e cerco di farmi un'idea che ovviamente cambia e cambierà fno al momento fatidico in cui dovrò mettere tutto in atto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un premio sul mio blog. Se ti va quando hai tempo dai un'occhiata!

      Elimina
    2. Grazieeee! !!! Al prossimo post rispondo!!! :)

      Elimina
  7. Tante cose da scrivere. Vado per punti:
    - brava per gli obiettivi intermedi, aiutano a superare l'attesa che sembra meno lunga
    - bravissima per l'allattamento. Provaci con tutta te stessa ma non è una passeggiata anche se hai tanto latte. E se pi non ce n'è non fartene un cruccio. Tieni presente che ti guarderanno come la madre mostro e ti diranno "certo il latte della mamma è meglio". Te lo dico per esperienza perchè di Giulia prematura niente latte, per Lele solo tre mesi e poco. Ma io so che ho fatto l'impossibile. Non è venuto, non è bastato. Sono belli e sani lo stesso, io di più non potevo fare.
    - ottimo cercare di impostare una routine, ma all'inizio non è facile perchè anche Cesare dovrà capire come funziona il mondo. In generale io segnavo le ore delle poppate e cercavo di mantenere intervalli regolari ma a volte avevano fame prima e io gliene davo. Si sono regolarizzati da soli.
    - cosleeping si no? Giulia non sta nel lettone nemmeno sotto minaccia, Lele ci vivrebbe. Sono stata più o meno brava? E' culo. Quello che cerco di fare (ma ora hanno 2,5 e 4 anni) è farli addormentare nel loro letto. Se poi di notte cercano mamma e papà pazienza. Vedo che con il tempo la frequenza è sempre più rara quindi ad un certo punto so che io li vorrò e loro non verranno più. Ho sempre cercato di farli dormire da soli, ma quando non ci sono riuscita, amen. Niente scleri e fanculo a chi dice il contrario
    - pannolini lavabili per me sarebbe stato NO. Lele non poteva stare con una goccia di pipì. Al mare ha fatto fuori 60 pannolini in 3 giorni.....cioè hai presente? E in quel periodo la cosa principale è dormire....non lavare pannolini....brave le nostre nonne che però non avevano alternativa. Io mi ero tarata sui pampers easy dry per me ottimi. Una mia amica sui chicco che la sua quelliche usavano i miei non li sopportava. Insomma, una volta individuata marca e tipo cerca le offerte ma all'inizio non fare troppa scorta perchè passano di taglia come le nuvole davanti al sole a primavera. Io segnavo i cambi al giorno e facevo un po' di conti
    - ultima sull'allattamento. Io sono rimasta fregata alla grande. Tieniti un biberon in casa con tettarella di cauciu piccola e un pacchettino di latte liquido da mezzo litro. Io mi sono trovata a casa, senza latte mio, senza niente e una bimba prematura che beveva latte speciale che una volta ordinato arrivava dopo due giorni.....a 30 km....panic! Infatti di Lele mi sono attrezzata per tempo

    Comunque in lina di massimo fai bene a farti un minimo di idea ma poi spazio alla flessibilità e alle esigenze del bimbo e a come stai meglio tu. Una volta che state bene voi ogni consiglio che punta al diverso non va bene!

    RispondiElimina
  8. Ultimissima allattamento: il latte artificiale non sarà i latte di mamma....ma permette al papà di fare un'esperienza unica...mio Marito adorava dargli il latte ed era tutto fiero perchè Giulia con lui mangiava di più.... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgia per tutti questi utilissimi consigli!!!!!! Ne farò tesoro!!!! E Mi piace questa cosa del papà...non ci avevo riflettuto! :)

      Elimina
  9. Non posso darti consigli purtroppo... Ma ho avuto il modo di conoscerti tramite questo blog e di una cosa sono certa! Sarai la mamma più dolce e più felice di questo mondo.... Tutto il testo verrà da se!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sei dolcissima!!!! Con tutto questo vostro incoraggiamento mi sento più forte che mai!!!! :)

      Elimina
  10. io sono una mamma un po' datata, visto che mia figlia ad agosto fa 9 anni.
    io non ho allattato. Non ci sono riuscita psicologicamente e anche fisicamente. Mi hanno fatto stare malissimo. Mi hanno detto che non avrei costruito un legame con la bambina e che si sarebbe ammalata di più: l'esperienza è stata che abbiamo avuto da subito un legame fortissimo, che dura tuttora. E il primo antibiotico l'ha preso a 3 anni. Ah, siccome sono una cattiva madre l'ho anche messa da subito nel suo lettino. In cameretta sua a 18 mesi (ma solo perchè prima non avevamo proprio la stanza per fare la cameretta). E ha sempre dormito tutta notte. Ovvio che poi la accoglievamo nel lettone al mattino, per le coccole, per giocare.
    Perchè ti dico questo? perchè cerco di portare avanti il messaggio che ogni genitore deve fare come si sente, non come "dicono di fare".
    Tanti auguri per la nuova meravigliosa avventura che state per intraprendere!

    RispondiElimina
  11. Anche io sono stata allattata pochissimo perché mia mamma ha avuto la mastite..eppure mi sembra di essere cresciuta sana e senza traumi!!!! :) che bello che la tua bimba ha sempre dormito tutta la notte! Vedremo Cesare cosa combinerà!!! Grazie Mille per gli auguri e i consigli e un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Ellie...mi fa sorridere il tuo post perchè penso che ogni mamma, prima di diventare tale sia passata per questi ragionamenti, paure, ansie, previsioni, supposizioni,aspettative....è dl tutto normale, sia che tu faccia tutti questi viaggi mentali sia che tu non riesca a pensare ad altro!!!Comunque, stai tranquilla, il tuo bambino ti darà tutte le risposte, vi vedrete, sarà amore a prima vistae vi inizierete a conoscere, tu ti adatterai a lui, a capire cosa vuole da ogni minino movimento del suo corpo, un linguaggio che solo te sarai in grado di comprendere e lui si abituerà a te, alla tua sbadataggine, ai tuoi casini, alla tua dolcezza, al tuo essere come sei, in qualunque modo sei.... e vuoi sapere una cosa figa??? Per lui sarai comunque il massimo del desiderabile!!!!! Quindi stai serena, tutti i tuoi dubbi avranno una risposta con l'arrivo di Cesare! E' una promessa! un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  13. Se lo dici tu...mi fido!!! :) grazie....bacio!!!!

    RispondiElimina